« Torna alla edizione


LA CURA DEL DOLORE NEI BAMBINI NEONATI: UN'ATTENZIONE IMPORTANTE ANCHE DAL PUNTO DI VISTA ETICO
Bellieni e Bonocore pubblicano un manuale specifico
di Luca Scalise

Com'è difficile per una mamma o un papà interpretare i dolori del loro bambino, quando è ancora neonato. Per quanto lo possano conoscere, capire perché soffre non è mai qualcosa di scontato, affatto. Lo stesso vale anche per i pediatri, in quanto si trovano a dover curare un paziente ancora incapace di esprimersi.
Di questo mondo, quasi sconosciuto, se ne sono occupati il professor Giuseppe Buonocore, direttore UOC Pediatria neonatale dell'Azienda ospedaliero-universitaria Senese e presidente del Collegio dei Professori Ordinari di Pediatria, insieme al dottor Carlo Valerio Bellieni, neonatologo della UOC Terapia intensiva neonatale e membro della European Society for Pediatric Research.
Infatti – come afferma un articolo di Radio Siena TV – i due ricercatori hanno da poco pubblicato un manuale che affronta l'interpretazione del dolore nel bambino, dal titolo "Neonatal pain: suffering, pain and risk of brain damage in the fetus and the newborn".
Il libro contiene una raccolta di saggi e pubblicazioni dei maggiori esponenti della ricerca sui vari aspetti del dolore infantile, quali il dolore postoperatorio o quello dovuto a tecniche invasive, con riferimenti all'uso di farmaci innovativi e terapie analgesiche.
L'importanza di una corretta interpretazione della sofferenza del bambino, dovuta alla necessità di fornirgli le cure più appropriate per il suo bene, è accresciuta dal fatto che un mancato o non idoneo intervento professionale possa causare danni anche a lungo termine.
Buonocore e Bellieni, prima della pubblicazione di questo volume, hanno già dato un importante contributo alla letteratura scientifica sulla rivista "Psychiatry and Clinical Neurosciences", dimostrando che l'aborto volontario è «un fattore di rischio psicologico per la donna».
Bellieni è inoltre intervenuto in un dibattito sulla cura dei bambini prematuri e in difesa della proposta di ridurre il limite massimo di tempo per abortire in Inghilterra.
La vera scienza tutela sempre la vita della donna e del bambino, così come di ogni altro essere umano. Fortunatamente c'è chi con il suo lavoro fornisce un servizio davvero professionale in difesa dei più deboli.

 
Fonte: Notizie Provita, 21/03/2018


Scienza&Vita-Siena.it
Scegli un argomento

  • Per ricevere gratis la nostra newsletter

    Email:
    Nome:
    Privacy:  Autorizzo al trattamento dei miei dati ai sensi della legge sulla privacy (D.Lgs. 196/2003)

amicideltimone-staggia.it
BASTABUGIE.it